Monteti

Caburnio

TM Rosé

MONTETI
Igt Toscana

 

La profondità e l’eleganza

 

Il Monteti prende il nome, come la tenuta, dal colle che protegge la vigna dai forti venti diretti del Mediterraneo, garantendoci una costante, moderata brezza marina e un microclima ideale.

 

E’ composto da Petit Verdot (con percentuali che possono variare, a seconda dell’annata, dal 40 al 60%), Cabernet Franc (tra il 20 e il 30%) e Cabernet Sauvignon (tra il 20 e il 30%).
Matura per 18/22 mesi in barriques di rovere francese di media tostatura, nuove per il 70% e selezionate tra diversi boschi di provenienza e tonnelleries. Affina in bottiglia per 24 mesi prima di essere messo sul mercato.

 

Il Petit Verdot riflette la profondità e l’intimità dei boschi, la forza e la longevità delle nostre pietre, la vicinanza del mare; il Cabernet Sauvignon e il Cabernet Franc lo accompagnano con classicità e finezza. Con il Monteti ricerchiamo la personalità del territorio, la Maremma, espressa nella complessità ed eleganza di un grande vino.

Le annate

Monteti 2018

 

L’inverno è stato molto piovoso e mite. Il germogliamento è avvenuto nell’ultima settimana di marzo in una primavera piovosa, con temperature nella media. L’accrescimento vegetativo è stato rigoglioso e rapido. Anche l’estate ha visto qualche pioggia, ma l’invaiatura è cominciata regolarmente alla metà di luglio. La vendemmia è stata lineare, con qualche sporadico piovasco che non ha arrecato alcun fastidio. La raccolta delle varietà dedicate al Monteti è iniziata il 10 settembre con il Cabernet Sauvignon, per concludersi il 24 settembre con il Petit Verdot. Uve in perfetto stato sanitario e con un ottimo punto di maturazione.

 

Di un rosso rubino vivo e intenso, si apre al naso con aromi di frutta scura, mirtillo, mora, ciliegia matura e sottobosco, seguiti da intriganti note speziate, balsamiche e di tabacco. Il sorso è voluminoso e avvolgente, con un’elegante trama tannica che si evolve in direzione di un finale assai persistente e di notevole freschezza.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 50% Petit Verdot, 30% Cabernet Franc, 20% Cabernet Sauvignon.


ALC/VOL: 14%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA nel 2018: 35 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.

Monteti 2017

 

L’inverno è stato mite e siccitoso, seguito da una primavera calda e secca. Le fasi fenologiche si sono svolte più o meno nella norma, ma lo sviluppo vegetativo è stato meno vigoroso del solito. Le alte temperature e la scarsità di piogge, sono durate anche per tutta l’estate. L’invaiatura è stata precoce, attorno al 10 luglio. Un’accurata tempistica di raccolta, rapida e in anticipo rispetto alla norma, e una rigida cernita, ci hanno permesso di portare in cantina uve buone e sane, e di governare la matrice zuccherina. La scelta, in un’annata difficile, è stata di operare la massima selezione per mantenere un’alta qualità.

Di un profondo rosso granato, offre al naso sentori di frutta scura, sottobosco, grafite e torrefazione, con delicate note balsamiche. In bocca è lineare, intenso, intessuto di tannini armoniosi ed eleganti. Assai lungo nel finale.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 60% Petit Verdot, 20% Cabernet Sauvignon, 20% Cabernet Franc.


ALC/VOL: 14,5%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA nel 2017: 30 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.

Monteti 2016

 

L’inverno è stato mite e generoso di piogge. La primavera è stata poco piovosa e il germogliamento è iniziato tra il 15 e il 20 marzo. L’estate è stata calda e piuttosto siccitosa, seppure con qualche sporadico temporale. L’invaiatura si è manifestata regolarmente a metà luglio. La vendemmia è stata soleggiata per la maggior parte del tempo, con qualche pioggia nell’ultima parte che però non ha disturbato in maniera rilevante. La raccolta delle varietà destinate al Monteti è iniziata il 7 settembre con il Cabernet Sauvignon e si è conclusa il 29 settembre con il Petit Verdot.

Di un intenso e luminoso rosso granato, ore al naso sentori esotici di delicate spezie e marzapane, violetta, frutta nera di bosco. In bocca è intrigante, armonioso, intessuto di tannini eleganti, lunghissimo.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 45% Petit Verdot, 30% Cabernet Sauvignon, 25% Cabernet Franc.


ALC/VOL: 14,5%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA: 35 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.


CAPACITA’ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni.

Monteti 2015

 

L’inverno è stato abbastanza mite, con qualche rara caduta sotto zero. La primavera è stata piovosa ma senza creare complicazioni. Le temperature sono state nella media stagionale e il germogliamento è avvenuto nell’ultima decade di marzo. L’estate è stata calda ma non torrida, rinfrescata da qualche pioggia. L’invaiatura è avvenuta attorno al 10 luglio. La vendemmia 2015 ha avuto un andamento abbastanza lineare, con qualche innocuo temporale. La raccolta delle parcelle destinate al Monteti è iniziata il 12 settembre con il Cabernet Franc e finita il 5 ottobre con l’ultimo Petit Verdot.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 55% Petit Verdot, 25% Cabernet Franc, 20% Cabernet Sauvignon.


ALC/VOL: 14,5%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA: 35 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.


CAPACITA’ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni.

Monteti 2014

 

L’inverno è stato mite e molto piovoso, seguito da una primavera fresca, anch’essa con abbondanti piogge. Le fasi fenologiche si sono svolte con leggero ritardo rispetto alla norma, così come l’invaiatura che si è verificata a metà luglio. La vendemmia delle varietà destinate al Monteti è iniziata il 18 settembre con il Cabernet Franc e si è conclusa il 3 ottobre con l’ultimo Petit Verdot. La raccolta è stata complicata dalla variabilità delle condizioni meteorologiche che ci ha portato ad applicare una severa selezione sia in campo che sui tavoli di cernita. Le rese, perciò, sono state molto basse e il numero di bottiglie di Monteti di questa annata è stato pressoché la metà della normale produzione.

Di un rosso rubino intenso, offre al naso note di frutta scura, mora, spezie dolci, liquirizia, cuoio e tabacco. Al palato è elegante, avvolgente e profondo, con un lungo finale sostenuto da una buona acidità.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 60% Petit Verdot, 20% Cabernet Sauvignon, 20% Cabernet Franc.


ALC/VOL: 14%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA: 20 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.


CAPACITA’ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni.

Monteti 2013

 

L’inverno è stato freddo e piovoso. Le basse temperature e le abbondanti precipitazioni della primavera, hanno rallentato lo sviluppo vegetativo. Da giugno in poi, è cominciata un’estate calda e ventilata, che ha consentito alla vigna un ottimo e sano sviluppo. L’invaiatura è avvenuta più tardi rispetto alla norma e la vendemmia delle varietà del Monteti è iniziata con calma il 12 settembre con il Cabernet Franc, per concludersi il 4 ottobre con il Petit Verdot. L’epoca di raccolta è stata protetta da un clima ideale. Le uve sono state selezionate molto sane e con un perfetto punto di maturazione.

Di un colore rubino profondo, presenta al naso note di frutta scura, spezie, cacao, cassis, cuoio, macchia mediterranea con tocchi balsamici e floreali. In bocca è avvolgente, lungo ed elegante, sostenuto da una buona acidità e un’equillibrata trama tannica.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 55% Petit Verdot, 25% Cabernet Sauvignon, 20% Cabernet Franc.


ALC/VOL: 14%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA: 35 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 20 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.


CAPACITA’ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni.

Monteti 2012

 

L’inverno è stato mite e siccitoso. Anche la primavera è stata poco piovosa, le viti hanno germogliato leggermente in anticipo rispetto alla norma. Lo sviluppo vegetativo è stato sano e regolare. Un’estate molto calda ha portato a un anticipo d’invaiatura e di vendemmia, iniziata ai primi di settembre con il Cabernet Franc e terminata il 20 del mese con il Petit Verdot. È stata applicata un’estrema selezione sia in fase di raccolta che sui tavoli di cernita, conseguentemente la resa per ettaro è stata molto bassa.

Di un intenso color rubino, sprigiona note di mora, cuoio, grafite, rosa e sottobosco mediterraneo. In bocca è pieno e avvolgente, una finissima trama tannica conduce a un lungo finale.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 55% Petit Verdot, 25% Cabernet Sauvignon, 20% Cabernet Franc.


ALC/VOL: 14,5%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA: 35 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.


CAPACITA’ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni.

Monteti 2011

 

Inverno mite, primavera poco piovosa. Germogliamento, accrescimento e invaiatura lineari, senza problemi sanitari. Da metà agosto, un caldo torrido ha spinto la maturazione di tutte le varietà e ha condotto a una vendemmia anticipata, finita il 20 settembre con il Petit Verdot. Basse rese dovute alla rigorosa selezione in campo di uve ben mature e molto sane. Di color rubino profondo, intenso al naso con note di mora e ribes nero, seguite da una punta di tabacco e accenni balsamici di eucalipto, ginepro e lavanda. Setoso e fresco in bocca si apre morbidamente grazie alla matura e integrata trama tannica, verso un lungo e opulento finale.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 55% Petit Verdot, 25% Cabernet Franc, 20% Cabernet Sauvignon.


ALC/VOL: 14,5%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA: 35 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.


CAPACITA’ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni.

Monteti 2010

 

Dopo un inverno mite le piante hanno germogliato regolarmente alla fine di marzo. Qualche pioggia primaverile ha leggermente rallentato la vegetazione. Un’estate calda e asciutta ha spinto la raccolta ai primi di settembre. Il risultato di questa stagione è stato una produzione minore ma di uve di alta qualità, con un ottimo equilibrio di zuccheri, acidità e polifenoli.
Rosso rubino intenso. Bella ampiezza olfattiva. In bocca un ingresso fine e setoso. Intenso, con un bell’equilibrio tra alcolicità e componente acida. Un’elegante trama tannica conduce a un finale lungo e persistente.

 

DENOMINAZIONE: IGT Toscana


VITIGNI: 45% Petit Verdot, 30% Cabernet Franc, 25% Cabernet Sauvignon.


ALC/VOL: 14,5%


VIGNETO: esposizione sud-sud ovest; altitudine 140 mt; struttura complessa, sassosa su substrato argilloso; densità di impianto: 6.600 ceppi per ettaro.


VENDEMMIA: integralmente manuale.


RESA/HA: 35 hl


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea termo-regolata, senza aggiunta di lieviti industriali. Ogni parcella del vigneto viene vinificata separatamente, ciascuna in un tino dedicato, e mantenuta separata anche per tutto l’affinamento, fino alla composizione del blend.


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà. Lungo contatto con le fecce per abbattere l’uso di solfiti.


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% nuove di tostatura media e 30% di secondo passaggio). Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia. Nessuna chiarifica né filtrazione.


CAPACITA’ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni.

Monteti 2008

 

Con il Monteti 2008 abbiamo raggiunto una nuova vetta nella produzione del nostro vino di bandiera. Notevolmente bilanciato, il vino è maturato prima rispetto ai suoi predecessori, mostrando fin dal momento del blend una bella armonia tra i suoi vari componenti. Sentori di noce e cedro abbracciano note di frutti neri e di pane tostato. In bocca setosità e freschezza s’intrecciano a un’ottima trama di tannini che porta a un eccellente e lungo finale. “Il Monteti 2008 colpisce per la sua profondità ed espressione di pura sensualità del frutto” (The Wine Advocate di Robert Parker, 94 punti).

Un’ottima annata. Le piante hanno goduto di una vegetazione vigorosa e di fasi fenologiche nella norma. I germogli sono spuntati nella seconda metà di marzo, dopo un inverno mite e secco. La primavera è stata piovosa, specialmente durante la germogliatura. Le temperature in estate sono state particolarmente elevate, interrotte da qualche pioggia. La vendemmia è stata rallentata da qualche piovasco, spazzato presto via da una bella tramontana nell’ultima decade di settembre che ha portato sole e fresco. La vendemmia si è conclusa il 9 di ottobre. Tutta l’uva è stata raccolta in ottimo stato e al perfetto grado di maturazione.
Le tre varietà usate nella composizione del 2008 in vigna hanno dato degli ottimi risultati.

 

VARIETA’: 50% Petit Verdot, 30% Cabernet Franc, 20% Cabernet Sauvignon


ALC/VOL:  14 %


BOTTIGLIE PRODOTTE: 21.000


ESPOSIZIONE: sud – sud ovest


TERRENI: struttura complessa, sassosa su substrato argilloso


DENSITÀ DI IMPIANTO: 6.600 ceppi per ettaro


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea con lieviti indigeni e termoregolata.
La vinificazione delle uve provenienti dalle diverse parcelle dei nostri vigneti avviene separatamente in vasche di acciaio troncoconiche aperte


METODO DI VENDEMMIA: manuale


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà.
Lungo contatto con le fecce per ridurre l’uso di solfiti.


FILTRAZIONE: nessuna chiarifica né filtrazione


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% in barriques
 nuove di tostatura media e 30% in barriques di secondo passaggio). 
Ulteriori 24 mesi di affinamento in bottiglia.


CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni

Monteti 2007

 

Per l’andamento meteorologico e la crescita delle viti, è stata l’annata perfetta. Le stagioni hanno avuto un andamento armonico e lineare. Nel mese di settembre nessun fenomeno ha guastato la raccolta consentendoci di raccogliere le uve al momento prescelto, in ottimo stato e in perfetta maturazione, con un buon equilibrio di concentrazione zuccherina, complessità aromatica e carica polifenolica.
In un blend all’insegna dell’armonia tra personalità ed eleganza, il Petit Verdot dona forza e carattere, il Cabernet Franc lo abbraccia con grazia e il Cabernet Sauvignon sostiene entrambi con un’equilibrata spalla tannica.

 

VARIETA’: Petit Verdot 55%, Cabernet Franc 25%, Cabernet Sauvignon 20%


ALC/VOL:  14 %


BOTTIGLIE PRODOTTE: 34.000


ESPOSIZIONE: sud – sud ovest


TERRENI: struttura complessa, sassosa su substrato argilloso


DENSITÀ DI IMPIANTO: 6.600 ceppi per ettaro


VINIFICAZIONE: fermentazione spontanea con lieviti indigeni e termoregolata.
La vinificazione delle uve provenienti dalle diverse parcelle dei nostri vigneti avviene separatamente in vasche di acciaio troncoconiche aperte


METODO DI VENDEMMIA: manuale


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà.
Lungo contatto con le fecce per dimezzare l’uso di solfiti.


FILTRAZIONE: nessuna chiarifica né filtrazione


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% in barriques
nuove di tostatura media e 30% in barriques di secondo passaggio). 
Affina successivamente per altri 24 mesi in bottiglia.


CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni

Monteti 2006

 

Inverno freddo e abbastanza piovoso. Una primavera con decorso abbastanza regolare. Fasi fenologiche regolari e vegetazione vigorosa. L’estate calda ma non torrida. La vendemmia è iniziata 4 settembre e si è protratta fino al 10 ottobre. A metà settembre, una breve sospensione per piccole piogge e per ottenere una perfetta maturazione dei Cabernet e del Petit Verdot.
La vendemmia comunque piuttosto calda e soleggiata ci ha consentito di raccogliere uve ben mature che hanno dato origine a una trama tannica fitta ed elegante, propria di un vino importante.
Il carattere prepotente del Petit Verdot, l’eleganza femminile del Cabernet Franc, il saggio sostegno del Cabernet Sauvignon s’incontrano nel bell’equilibrio di questa annata. Una buona acidità dona al Monteti 2006 un’ottima bevibilità.

 

VARIETA’: Petit Verdot 50%, Cabernet Franc 30%, Cabernet Sauvignon 20%


ALC/VOL:  14,5 %


BOTTIGLIE PRODOTTE: 40.000


ESPOSIZIONE: sud – sud ovest


TERRENI: struttura complessa, sassosa su substrato argilloso


DENSITÀ DI IMPIANTO: 6.600 ceppi per ettaro


VINIFICAZIONE: fermentazione termoregolata.
La vinificazione delle uve provenienti dalle diverse parcelle dei nostri vigneti avviene separatamente in vasche di acciaio troncoconiche aperte.


METODO DI VENDEMMIA: manuale


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà.
Lungo contatto con le fecce per dimezzare l’uso di solfiti.


FILTRAZIONE: nessuna chiarifica né filtrazione


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% in barriques
nuove di tostatura media e 30% in barriques di secondo passaggio). 
Affina successivamente per altri 24 mesi in bottiglia.


CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni

Monteti 2005

 

Inverno piovoso e freddo con qualche leggera nevicata. Anche la primavera è trascorsa con temperature basse rispetto alla media stagionale e con piogge. L’estate si è svolta con un luglio di caldo moderato e un agosto interrotto da qualche pioggia. La vegetazione è stata vigorosa e le fasi fenologiche nella media stagionale. La vendemmia è stata complessa. Il bel tempo dei primi tre quarti della raccolta ha permesso un ottimo accumulo polifenolico e zuccherino, garantendo struttura e morbidezza. Le piogge cadute negli ultimi giorni hanno invece disturbato la qualità del Cabernet Franc, tanto da portarci a escluderlo dal blend finale. Le differenze nella composizione rispetto all’annata precedente rispecchiano il desiderio di mantenere inalterato lo stile e il carattere dei nostri vini, richiedendo in una stagione climaticamente differente, differenti pedine nella sua composizione. Aromi caldi, speziati e fruttati, e interessanti note minerali accompagnano una prolungata presenza al palato, resa vivace e varia da una buona acidità.

 

VARIETA’: Petit Verdot 60%, Cabernet Sauvignon 32%, Merlot 5%, Alicante 4%.


ALC/VOL: 14,5 %


BOTTIGLIE PRODOTTE: 21.000


ESPOSIZIONE: sud – sud ovest


TERRENI: struttura complessa, sassosa su substrato argilloso


DENSITÀ DI IMPIANTO: 6.600 ceppi per ettaro


VINIFICAZIONE: fermentazione termoregolata.
La vinificazione delle uve provenienti dalle diverse parcelle dei nostri vigneti avviene separatamente in vasche di acciaio troncoconiche aperte.


METODO DI VENDEMMIA: manuale


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà.
Lungo contatto con le fecce per dimezzare l’uso di solfiti.


FILTRAZIONE: nessuna chiarifica né filtrazione


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% in barriques
nuove di tostatura media e 30% in barriques di secondo passaggio). 
Affina successivamente per altri 24 mesi in bottiglia.


CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni

Monteti 2004

 

Inverno freddo, mediamente piovoso. Aprile e maggio piovosi e freschi. Le attività vegetative si sono si sono svolte secondo la norma stagionale, mostrando una gran vigoria delle piante ancora giovani. L’invaiatura è avvenuta a metà luglio nel decorso di un’estate regolare. La vendemmia si è svolta secondo i programmi. L’estate calda ma non siccitosa, ha permesso una perfetta maturazione delle uve evitando la formazione di sentori vegetali. Il Petit Verdot, in particolare, ha già raggiunto una notevole complessità aromatica, con note olfattive che spaziano dalla prugna al cacao, all’inchiostro di china. Buona acidità e una leggera sapidità vivacizzano la grande morbidezza dei tannini.

 

VARIETA’: Petit Verdot 40%, Cabernet Sauvignon 40%, Cabernet Franc 15%, Alicante e Merlot 5%.


ALC/VOL: 14%


BOTTIGLIE PRODOTTE: 15.000


ESPOSIZIONE: sud – sud ovest


TERRENI: struttura complessa, sassosa su substrato argilloso


DENSITÀ DI IMPIANTO: 6.600 ceppi per ettaro


VINIFICAZIONE: fermentazione termoregolata.
La vinificazione delle uve provenienti dalle diverse parcelle dei nostri vigneti avviene separatamente in vasche di acciaio troncoconiche aperte.


METODO DI VENDEMMIA: manuale


MACERAZIONE: fino a 21 giorni a seconda della varietà.
Lungo contatto con le fecce per dimezzare l’uso di solfiti.


FILTRAZIONE: nessuna chiarifica né filtrazione


AFFINAMENTO: 18 mesi in barriques di rovere francese (70% in barriques
nuove di tostatura media e 30% in barriques di secondo passaggio). 
Affina successivamente per altri 24 mesi in bottiglia.


CAPACITÀ DI INVECCHIAMENTO: oltre 20 anni

Riconoscimenti

2018

 

🍷🍷🍷 GAMBERO ROSSO, I Vini d’Italia 2024

Tre meritatissimi bicchieri al Monteti’18, da petit verdot in prevalenza, integrato dai cabernet franc e sauvignon. Bagaglio aromatico di frutti di bosco, quindi cenni mentolati, speziatura di ginepro e macchia mediterranea. Al palato ha struttura, polpa di frutto, tannini levigati e fresche note di frutti rossi. Nitido e lungo, chiude su note di frutto e macchia. Eleganti e territoriali gli altri vini.

 

95/100 FALSTAFF, Tasting Costa Toscana 2023
Rosso rubino brillante. Fragrante al naso, di legni pregiati, grafite, un tocco di drupacee, delicati toni floreali nel retrogusto, così come un po’ di cera di candela. Al palato appare levigato, con frutto netto e tannini ben integrati, il cuore ha una certa leggerezza nel finale, senza apparire sedato, un vino sorprendente che invita alla beva.

 

MEDAGLIA D’ORO, MUNDUS VINI 2023

 

94/100 WINE CRITICS
Centrato, stratificato e decisamente complesso al naso mostra note di susine, prugne rosse, fragoline di bosco, buccia di mandarini e canfora. Corpo medio-pieno, amabile nel sorso mostra una piacevole sapida chiusura.

 

94/100 DOCTOR WINE by Daniele Cernilli, Guida essenziale ai vini d’Italia 2023
Rubino tendente al granato. Naso profondo, scuro, con mirtillo, bacche di ginepro, humus, tabacco e cioccolato. In bocca stessa austerità e complessità del naso, in un sorso profondo, potente, maestoso, dal tannino fine e dall’ottima persistenza.

 

93/100 GUIDA ORO VERONELLI 2023

 

MEDAGLIA D’ARGENTO, CONCOURS MONDIAL DE BRUXELLES 2023

 

▼▼▼▼ BIBENDA 2023
Rosso rubino intenso. L’ampio ed intenso bouquet olfattivo evidenzia note balsamiche che lasciano spazio a sbuffi di grafite, di mirto, spezie dolci, pepe, liquirizia, vaniglia, frutti e fiori rossi. Il sorso è elegante ed evidenzia tannini vellutati sostenuti da una piacevole fresca vitalità. Il finale è lungo con richiami balsamici e vaniglia.

2017

 

MEDAGLIA D’ORO, CONCOURS MONDIAL DE BRUXELLES 2022

 

🍷🍷 GAMBERO ROSSO, I Vini d’Italia 2022
Ottenuto da uve di Cabernet Sauvignon, Alicante Bouschet e Merlot, nella versione 2017 ribadisce le sue caratteristiche di pregio: è un rosso fragrante e di grande piacevolezza, con una connotazione stilistica sobriamente moderna, dagli aromi definiti e il sorso contrastato.

 

95/100 FALSTAFF, Tasting Costa Toscana 2022
Rubino brillante con fini riflessi violacei. Naso molto netto e di impatto, ricco di sambuco e ribes nero con una nota di rosa, fragrante e invitante. Al palato ha un tannino aderente e robusto, molto tabacco, poi si apre con fini note fruttate, retrogusto molto lungo, finemente fondente.

 

93/100 WINE CRITICS
Estremamente accattivante mostra note di petali di rosa, gerani, tiglio, fiori di mandarino, ciliegie, melograno, pompelmo e guaranà. In sottofondo la solida presenza di note dolci ricordano lo zucchero a velo ed il cioccolato bianco fuso. Corpo pieno, tannini rotondi di buona fattura ed un finale solido e ben teso. Meglio dal 2025.
Degustato il: 14-12-2022

2016

 

96/100 FALSTAFF, Tasting Costa Toscana, Settembre 2020 – Simon Staffler.
Granato scuro e luminoso. Elegante al naso, con note di ribes nero e more, sambuco, delicatamente balsamico, spezie legnose, complesso. Armonico e complesso al palato, si sviluppa lentamente e per lungo tempo, frutti di bosco meravigliosamente maturi, tannini densi, finale lungo.

 

▼▼▼ BIBENDA 2021
Rubino denso. Una coltre di cacao e cannella avvolge netti sensori di frutti di bosco, anche in confettura, amarene, terriccio, rosa e nobili toni vegetali. Il sorso, caldo e strutturato, si dipana con grande rispondenza e tannini di velluto. Lunga la persistenza su aromi di spezie dolci. Vinificazione in acciaio e sosta in barrique per 18 mesi.

 

93/100 DOCTOR WINE by Daniele Cernilli, Guida essenziale ai vini d’Italia 2021
Rosso porpora acceso. Cangiante e vario l’olfatto, con frutta estiva fresca (pesca nettarina, corbezzolo e lampone) e di arancia, avvolte da un mix di sensazioni balsamiche (sandalo e lieve incenso), mentolate e speziate di pepe. Vigoroso e molto saporito al palato, decisamente caldo, ma rinfrescato da un piacevole finale fruttato e balsamico. Retrolfatto lungo e coerente nei ritorni aromatici.

 

🍷🍷🍷 GAMBERO ROSSO, I Vini d’Italia 2021
Blend di Petit Verdot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, il Monteti ’16 porge aromi affumicati e speziati su base composta da un rigoglioso fruttato, ben accentato da fragranza e intensità. In bocca lo sviluppo gustativo è solido, serrato, avvolgente e continuo.

 

92/100★★★ I VINI DI VERONELLI 2021

 

95/100 WINESCRITIC.COM, Raffaele Vecchione, settembre 2021
Maturo e pieno, nel profilo principale alterna note di fragoline di bosco, mirto, alloro e fiori di agapanto. Gentile ed armonico. Corpo pieno, tannini morbidi ed un finale equilibrato ricco di sapidità. Un blend di Petit Verdot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon. Bevi ora.

2015

 

96/100 FALSTAFF
Scintillante, intenso, rubino violetto. Al naso è da subito accattivante, con ricche note di mirtilli, gigli e ribes nero. Al palato presenta fitti tannini a maglia molto sottile con fine splendore, si apre pienamente, lungo e cremoso, con una decisa spinta nel finale.

 

▼▼▼▼ BIBENDA 2020
Rubino denso. Una coltre di cacao e cannella avvolge netti sentori di frutti di bosco, anche in confettura, amarene, terriccio, rosa e nobili toni vegetali. Il sorso, caldo e strutturato, si dipana con grande rispondenza e tannini di velluto. Lunga la persistenza su aromi di spezie dolci.

 

GUIDA VITAE AIS 2020
Inchiostro impenetrabile dalle sfumature porpora. Incipit olfattivo su riconoscimenti di giaggiolo, peonia, rosa, fragole, melograno e cassis; si fanno strada tratti di minerali ferrosi, vaniglia, tabacco scuro, ginepro, legno di sandalo, ceralacca e pino silvestre. La tensione fresco-tannica anima tutto il percorso gustativo, accompagnata sul finale da una leggera sapidità e riverberi balsamici.

 

92/100 DOCTOR WINE by Daniele Cernilli, Guida essenziale ai vini d’Italia 2020
Rosso rubino intenso. Selvaggio, ermetico, sprigiona piano i suoi sentori di frutti di bosco, mirtillo, ribes, gelso. Le spezie sono più timide seppur presenti a completare un piacevolissimo bouquet insieme alle erbe aromatiche. In bocca ha un ingresso pomposo, convincente che promette forse di più di quanto non rimanga nel finale che risulta comunque di buona persistenza e grande piacevolezza.

 

92/100★★★ I VINI DI VERONELLI 2020 – Gigi Brozzoni

 

93/100 THE WINE ADVOCATE, Monica Larner, 14 gennaio 2021
Il bouquet mostra note sapide e perfino un tocco di animale muschiato che si nasconde nella ricca densità e concentrazione, tipica di un’annata calda, di questo blend toscano. Questa personalità carnosa conferisce al vino il potere e l’ampiezza di abbinarsi tanto a una bistecca grigliata come alla cacciagione. Il finale è condotto da tanta frutta scura, con mora pressata e prugna in testa. Bevibilità: 2020-28.

 

🍷🍷 GAMBERO ROSSO, I Vini d’Italia 2020
Buono anche il Monteti ’15, più immediato al naso e dallo sviluppo gustativo serrato e sostenuto dal rovere.

2014

 

92/100 WINE ENTHUSIAST, Karin O’Keefe, gennaio 2019
This blend of Petit Verdot, Cabernet Franc and Cabernet Sauvignon opens with earthy aromas of black-skinned berry, underbrush and cooking spice. The polished, full-bodied palate offers blackcurrant jam, cocoa, star anise and crushed black plum alongside fine-grained tannins.

 

92/100 DOCTOR WINE by Daniele Cernilli, Guida essenziale ai vini d’Italia 2019
Da uve Petit Verdot 50%, Cabernet Sauvignon 25% e Cabernet Franc 25%. Matura 18 mesi in barrique, 70% nuove. Rosso rubino intenso. Intenso al naso dove regnano i piccoli frutti a bacca nera, le spezie dolci, il cuoio e il tabacco. Avvolgente al palato dove si dimostra pieno ed elegante, profondo e selvaggio. Buona acidità e sapidità che accompagnano il lungo finale.

 

🍷 GAMBERO ROSSO, I Vini d’Italia 2019
Un po’ più sorretto dal rovere il Monteti ’14, blend di Petit Verdot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, che possiede aromi affumicati e speziati e progressione gustativa leggermente frenata.

 

▼▼▼▼ BIBENDA 2019
Rubino pieno. Offre al naso intensi toni di macchia marina e bacche selvatiche, prugne e amarene, humus, foglie secche, liquirizia gommosa e sprazzi di vegetale nobile. Coerenza gusto-olfattiva e grinta fresco-sapida convincono in bocca, tappezzata di tannini ben estratti. Duratura la lunghezza.

2013

 

93/100 THE WINE ADVOCATE by R. Parker, 30 November, Monica Larner
Il Monteti 2013 è un vino magnifico, con un’esposizione di aromi ben concentrata ma senza soluzioni di continuità. Transizioni di frutta nera a spezie, cuoio stagionato e bresaola con bacca di ginepro. Il bouquet è saporito e scuro, ma mai pesante o piatto. In bocca offre davvero una sensazione brillante e pulitissima che premia lunghezza ed eleganza.

 

🍷🍷 GAMBERO ROSSO 2018
Il Monteti, bandiera aziendale, raggiunge le nostre finali e per un soffio non conquista il primo alloro; blend da Petit Verdot, Cabernet Sauvignon e Franc, nella versione 2013 sfoggia un naso che profuma di frutto nero maturo amalgamato a sbuffi erbacei. La bocca, avvolgente nell’impatto, si fa più lineare e compatta durante la progressione grazie a un elegante apporto sapido.

 

▼▼▼▼ BIBENDA 2018
Rubino denso. Bouquet raffinato di frutti selvatici, nobili sensazioni vegetali, macchia marina, cacao e un felice tocco floreale. Sorso vigoroso, energizzato da giusto apporto fresco-sapido e tannino ben calibrato. Durevole in termini di persistenza. Maturato 20 mesi in barrique.

 

92/100 DOCTOR WINE by Daniele Cernilli, Guida essenziale ai vini d’Italia 2018
Rosso rubino intenso. Naso scuro, austero, di spezie, pepe nero, chiodi di garofano, cuoio ed erbe aromatiche. Bocca di bella profondità che risulta elegante, avvolgente e sapida, sostenuta da una bella acidità.

 

92/100 WINE ENTHUSIAST, Karin O’Keefe, maggio 2018
Aromi di mirtillo, spezie, cacao e uno sbuffo di scorza d’arancio abbondano in questo invitante blend di 55% Petit Verdot, 25% Cabernet Sauvignon e 20% Cabernet Franc. Gli aromi conducono a un palato terso, accompagnati da tannini vellutati che conferiscono una struttura morbida. Da godere fino a tutto il 2023.

2012

 

92/100 THE WINE GANG, October 2017
In una degustazione alla cieca sarebbe un buon caso per giocare a “indovina le varietà”. Anche se non c’è niente di inusuale riguardo alle varietà e ai blends bordolesi in Toscana, il Monteti, vino di bandiera dell’azienda, è raro nella sua maggioranza di Petit Verdot (più della metà) supportato da 25% di Cabernet Sauvignon e 20% di Cabernet Franc. Con già i suoi 5 anni di storia, presenta aromi dolci e floreali, intercalati a più evoluti aromi di tabacco e selvaggina, e un palato di densi frutti scuri, ricchezza di tapenade selvatica e fini tannini.

 

🍷🍷 GAMBERO ROSSO 2017
Il Monteti 2012, blend da petit verdot, cabernet franc, e cabernet sauvignon, presenta belle note di erbe officinali e bocca elegante, buona progressione, tannini vivaci, in un sottofondo sapido che rende il sorso lungo e succoso.

 

▼▼▼▼ BIBENDA 2017
Rubino pieno e compatto. Impatto olfattivo intenso da cui spiccano lamponi, ribes, legno di sandalo, timo, chiodi di garofano, cannella, pepe nero, cioccolato al latte e scorzetta d’arancia su sottofondo vegetale. Aitante al palato, tannino proporzionato e forti i richiami alla dolce trama fruttata. Maturato per 18 mesi in barrique di rovere francese, 70% nuovo e 30% di secondo passaggio.

 

MONEYWEEK 20 October 2017 by Matthew Jukes – A SUPER TUSCAN IN A LEAGUE OF ITS OWN
It’s interesting how the petit verdot grape keeps popping up in conversation these days. Back in April, in Bordeaux, a good few of the châteaux mentioned that they were planting more and when I tasted this “Super Tuscan” the other day I was delighted to see that this underrated grape majored in the blend – 55% petit verdot, 25% cabernet sauvignon and 20% cabernet franc.

 

Monteti is made from 28 different micro-plots, which are all vinified separately in bespoke vats. You can taste the care and attention that goes into this intricately assembled wine. It is like a vintage car purring on a forecourt, pristine and glinting in the sun, begging you to get in for a tear around the countryside. I absolutely love the class and elegance on display here and, because it is not a silly price, I venture that Monteti is in a league of its own. Every reader should buy a case – every palate will adore this wine, I promise. Matthew Jukes, winner of the International Wine & Spirit Competition’s Communicator of the Year (MatthewJukes.com)

2011

 

JANCIS ROBINSON, novembre 2016, jancisrobinson.com

 

94/100 FALSTAFF, ottobre 2016, Othmar Kiem
Pieno color rubino-violetto, profondo. Piacevoli aromi di tabacco, legno di cedro e bacche di sambuco, molto limpido e fresco. Al palato è assi succulento, con frutta ben presente, si dispiega con chiara, levigata e fitta trama tannica, lungo nel suo sviluppo e molto fine.

 

92/100 WINE SPECTATOR, ottobre 2016, Bruce Sanderson
This is smooth and racy, with a sleek structure driving the black cherry, blackberry, mineral and tobacco flavors. Tightly packed, featuring a long aftertaste of fruit, spice and mineral. Petit Verdot, Cabernet Franc and Cabernet Sauvignon. Drink now through 2024.

 

🍷🍷 GAMBERO ROSSO 2016
Il Monteti ’11, uvaggio di Petit Verdot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, si presenta al naso con sentori vegetali freschi, di peperone verde, uniti a note di erbe officinali, confettura di ribes e cannella. In bocca l’impatto è corposo, avvolgente, mostra tannini fusi alla componente alcolica e un finale lungo e vivace.

 

▼▼▼▼ BIBENDA 2016
Brillante granato, sfumato ai bordi. L’intreccio olfattivo è fine e ben variegato; in parata toni di more e ribes rosso, erbe balsamiche, mirto, lauro e tocchi di macchia marina. Saporito e ben ritmato l’assaggio, con precisi ritorni fruttati e tannicità ben disciolta. Durevole la persistenza.

 

92/100 I VINI DI VERONELLI 2016

 

16,5/20 I VINI D’ITALIA 2016, GUIDE DE L’ESPRESSO
Rubino saturo; profumi pieni di frutti neri, cola e menta; bocca concentrata, materica, pastosa, spinge bene trovando gli adeguati contrasti.

2010

 

94/100 WINE ENTHUSIAST, Karin O’Keefe, Agosto 2015 – Scelta del Critico.
Mora matura, prugna, lampone nero, dolci spezie roventi, buccia d’arancia e cioccolato nero, sono alcuni degli aromi e profumi che troverete in questo fine, cremoso, corposo blend di Petit Verdot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon. Tannini vellutati gli conferiscono una levigata consistenza e lo incorniciano. Da godere fino al 2020.

 

95/100 FALSTAFF, Othmar Kiem, N.06 Sett-Ott 2015.
Profondo, di intenso color rubino. Compatto e gradevole al naso, con frutta croccante, soprattutto ribes nero e mora, accompagnata al fondo da un fine tono di cioccolato. Anche al palato è oltremodo gradevole: con frutti freschi e maturi, si apre con una robusta e fitta trama tannica sviluppando un carattere intenso, con un lungo e succulento finale.

 

93/100 VINOUS – Antonio Galloni, ottobre 2015.
Ciliegia scura, moka, spezie, cuoio fresco, liquirizia, fumo e tabacco, sono alcuni degli aromi e profumi che si schiudono nel Monteti 2010. Caldo, aperto e splendidamente risonante, il 2010 offre tonnellate di personalità e assoluto appeal. Il meglio è che il 2010 si berrà bene con minimo invecchiamento. Le dolci note floreali e speziate sul finale, sono incredibilmente affascinanti. Finestra di bevibilità 2016-2025.

 

16.5/20 I Vini d’Italia, Guida de l’Espresso, ottobre 2016.
Gli aromi di frutti di bosco incrociano note floreali di viola, di humus, di spezie; levigato, gustoso, morbido, la dolcezza è tutta del frutto.

2008

 

94/100 THE WINE ADVOCATE di ROBERT PARKER, Giugno 2012
Il Monteti 2008 colpisce per la sua profondità e pura espressione del frutto. Un caldo, invitante bouquet suggerisce ciliegia scura, asfalto, grafite, catrame e liquirizia, in questo vino ricco e dinamico. La personalità della Maremma Toscana si manifesta a ondate. Il 2008 è un altro vino di Tenuta Monteti incredibilmente a buon prezzo. Sfiderà vini che costano il doppio (o più)! Monteti è 50% Petit Verdot, 30% Cabernet Franc e 20% Cabernet Sauvignon. Maturato in barriques di rovere francese, 70% nuove. Maturità prevista: 2015-2025

 

93/100 VINOUS – Antonio Galloni, Agosto 2013
Erbe grigliate, mocha, espresso, prugna e grafite sprizzano dal bicchiere nel Monteti 2008. Sostenuto da una vera profondità, il 2008 colpisce per le sue nuances, la ricchezza e la potenza pura. Un caldo, risonante finale, corretto dalle suggestive sfumature del Cabernet Franc, arrotonda il tutto con stile.

 

94/100 FALSTAFF, Othmar Kiem, September 2014
Scintillante, pieno color rubino, si apre al naso con note leggermente affumicate, come si sprigionano da una scatola di sigari, su uno strato di belle note di cassis. Nell’attacco e nello sviluppo aromi di frutti maturi e succosi. Aprendosi offre al palato la sensazione di tannini compatti, stratificati in diverse fasi successive. Cresce e si costruisce in tempi lunghi e nel finale esprime il suo carattere più forte, pur sempre mantenendo la propria giovane freschezza.

 

93/100 WINE SPECTATOR, Bruce Sanderson, February 2014
Starts out with some earthy funk in the aroma, leading to flavors of black currant, licorice, tobacco and spice on the palate. Dense, chewy and balanced, with a long aftertaste of black fruit, saline and licorice. Petit Verdot, Cabernet Franc and Cabernet Sauvignon. Best from 2015 through 2024.

2007

 

Monteti 2007, Medaglia d’Oro
Il Monteti 2007 vince la medaglia d’oro nel blind tasting della prima serata del Cincinnati International Wine Festival che si è tenuto a Cincinnati, Ohio, il 6-8 marzo.

 

92/100 WINE SPECTATOR, Ottobre 2012
Un rosso intenso, fruttato, che sprizza mora, violetta, vaniglia e note di spezie tostate. Molto moderno focalizzato più sul frutto che il terroir. Brillante e lungo, solo il finale odore di terra e i tannini lo rivelano come toscano. Petit Verdot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon. Da bere ora fino al 2020.

 

94/100 FALSTAFF, Giugno 2011

 

92/100 THE WINE ADVOCATE di ROBERT PARKER, Ottobre 2010, A. Galloni.
Il Monteti 2007 esplode nel bicchiere con essenze di more, marmellata di mirtillo, rocce spaccate e spezie. Si tratta di un vino decisamente inchiostro, sontuoso, ben maturo, che ha bisogno di qualche anno in bottiglia per assestarsi. Il Monteti 2007 è composto da 55% di Petit Verdot, 23% di Cabernet Franc e 20% di Cabernet Sauvignon. Maturato per 18 mesi in barriques di rovere francese di cui il 70% di primo passaggio. Maturità prevediibile: 2012-2022.

 

16.5/20 I VINI D’ITALIA – GUIDE DE L’ESPRESSO
Quest’anno la batteria dei rossi si presenta al completo: all’affidabile Caburnio si affianca il vero faro della casa, Monteti, un rosso dal profilo bordolese dichiarato, pieno e seducente, di concezione moderna ma senza gli aspetti più esibiti e sguaiati di molti vini simili per tipologia e costituzione.

 

AIS – GUIDA DUEMILAVINI
Splendido rubino, profondo ma luminoso. Bagaglio olfattivo ampio e penetrante di viola, erbe aromatiche, china, anice stellato, chiodi di garofano, poi toni più evoluti di pelle conciata e tabacco. In bocca è elegante, quasi sinuoso. L’asse acido-tannico si muove a proprio agio all’interno della copiosa morbidezza; il tannino è setoso e levigato. Chiusura pulita, corrispondente, di durevole persistenza. Vinificazione in acciaio, maturazione per 16 mesi in barrique nuove di media tostatura.

 

93/100 ★★★ GUIDA VERONELLI

2006

 

MEDAGLIA D’ORO 2010 nell’Independent Wine Competition La Sélection, Basilea

 

93+ THE WINE ADVOCATE di ROBERT PARKER Ottobre 2010, A. Galloni
Il Monteti 2006 brilla nel palato con bella articolazione di frutti rossi, rosmarino, menta e rovere francese. Si tratta di un 2006 della costa toscana che si esprime con una certa discrezione, che confida più sull’eleganza che sulla pura potenza, e la finezza non è poca. Eppure continua a guadagnare peso e densità nel bicchiere, e secondo la mia impressione si svilupperà in un vino piuttosto muscolare pur essendo oggi leggermente chiuso su se stesso. Maturità prevedibile: 2014-2026. Tenuta Monteti è una delle proprietà più entusiasmanti della costa toscana. Il fiore all’occhiello, il Monteti, è un blend di Cabernet Franc, Petit Verdot che passa 16 mesi in rovere francese, non filtrato, non chiarificato. Tutte e tre le annate assaggiate erano magnifiche. Il secondo vino della Tenuta, il Caburnio, è stato recensito nel numero 190.

 

92/100 WINE ENTHUSIAST MAGAZINE, Febbraio 2012

 

92/100 WINE SPECTATOR Giugno 30, 2011, B. Sanderson
Questo vino regala cascate di note di ribes, assieme a note di ferro e grafite e un tocco di timo o salvia. Puro ed estratto, con una dolcezza iniziale che si sposa con tannini corposi. Difficile negare il suo fascino. Petit Verdot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon. Al suo meglio dal 2012 fino al 2023

 

16,5/20 I VINI D’ITALIA – GUIDE DE L’ESPRESSO
Quest’anno la batteria dei rossi si presenta al completo: all’affidabile Caburnio si affianca il vero faro della casa, Monteti, un rosso dal profilo bordolese dichiarato, pieno e seducente, di concezione moderna ma senza gli aspetti più esibiti e sguaiati di molti vini simili per tipologia e costituzione.

 

AIS – GUIDA DUEMILAVINI
Splendido rubino, profondo ma luminoso. Bagaglio olfattivo ampio e penetrante di viola, erbe aromatiche, china, anice stellato, chiodi di garofano, poi toni più evoluti di pelle conciata e tabacco. In bocca è elegante, quasi sinuoso. L’asse acido-tannico si muove a proprio agio all’interno della copiosa morbidezza; il tannino è setoso e levigato. Chiusura pulita, corrispondente, di durevole persistenza. Vinificazione in acciaio, maturazione per 16 mesi in barrique nuove di media tostatura.

 

★★★ GUIDA VERONELLI

 

92/100 FALSTAFF

2005

 

93/100 THE WINE ADVOCATE di ROBERT PARKER Ottobre 2010, A. Galloni
Il Monteti 2005 è meravigliosamente espressivo. Oggi è più aperto del 2006, benché ho il forte sospetto che il fratello minore sia solo in attesa. Caffè espresso, moca, e rovere francese si stratificano su un cuore di frutti neri, erbe grigliate e cassis. Il 2005 è appena più sottile e non ha la robusta complessione per sostenere un prolungato invecchiamento, ma rimane un vino sorprendentemente fresco, puro, da godere oggi. E’ una perfetta introduzione ai vini di questa casa emergente. Maturità prevedibile: 2010-2020. Tenuta Monteti è una delle proprietà più entusiasmanti della costa toscana. Il fiore all’occhiello, il Monteti, è un blend di Cabernet Franc, Petit Verdot che passa 16 mesi in rovere francese, non filtrato, non chiarificato. Tutte e tre le annate assaggiate erano magnifiche. Il secondo vino della Tenuta, il Caburnio, è stato recensito nel numero 190.

 

92/100 WINE ENTHUSIAST MAGAZINE Febbraio 2012

 

★★ GUIDA VERONELLI

 

★★★ DECANTER

 

92/100 FALSTAFF

 

🍷🍷 GAMBERO ROSSO
Complesso e di bella materia il Monteti ’05, blend di cabernet sauvignon e petit verdot con piccole aggiunte di alicante e merlot, ancora un po’ troppo condizionato dai legno di maturazione.

 

▼▼▼▼ I VINI D’ITALIA – GUIDE DE L’ESPRESSO
Apparsa in tempi recenti sulla scena del vino maremmano, La Tenuta Monteti è riuscita rapidamente a mettersi in buona evidenza, con vini davvero convincenti per il vigore e l’equilibrio che esprimono. Nonostante la loro gioventù, affiora un carattere per niente banale, che potrà affermarsi sempre di più con il passare del tempo. Il rovere non manca ma ha ricchezza di frutto, tannini molto saporiti e chiusura lunga.

 

▼▼▼▼ AIS – GUIDA DUEMILAVINI
Rubino compatto con bordi sfumati di porpora. Molto ampio e variegato, alterna sentori balsamici e dolci a tocchi speziati di cannella, frutti di bosco e cipria. Al gusto ha personalità e grande impatto. È pieno, caldo Avvolgente e di elegante tessuto tannico. La spalla acida fa da supporto e accompagna fino alla lunghissima chiusura segnata da rimandi fruttati e gradevolmente chianti. Matura 16 mesi in barrique di cui un terzo di 2à passaggio. Ottimo tra qualche anno con lepre al ginepro e tartufi.

 

★★ GUIDA VERONELLI

2004

 

93/100 THE WINE ADVOCATE di ROBERT PARKER Ottobre 2010, A. Galloni
Il Monteti 2004 scivola dal bicchiere con un’esplosione di esuberanti frutti scuri, espresso, rovere francese, chicchi di caffè tostato e erbe grigliate. Il calore e la generosità della Maremma splendono nel raggiante, avvolgente frutto. Punte di tartufo bianco persistono nel finale inebriante. Per farla semplice è uno sforzo magnifico. Il Monteti si afferma fortemente come il migliore vino della Maremma nella sua fascia di prezzo. Maturità prevedibile: 2010-2022. Tenuta Monteti è una delle proprietà più entusiasmanti della costa toscana. Il fiore all’occhiello, il Monteti, è un blend di Cabernet Franc, Petit Verdot che passa 16 mesi in rovere francese, non filtrato, non chiarificato. Tutte e tre le annate assaggiate erano magnifiche. Il secondo vino della Tenuta, il Caburnio, è stato recensito nel numero 190. Maturità: 2010 – 2022

 

93/100 WINE ENTHUSIAST MAGAZINE Febbraio 2012

 

92/100 FALSTAFF Oktober 2006, “Neue Stars Aus der Maremma”- Othmar Kiem
Un satinato impenetrabile rubino violetto, al naso compatto e intenso, con note di bacche di sambuco, lamponi selvatici e cassis; al palato estremamente concentrato con note chiare di frutta intensi sapori di sambuco e ribes nero; molto profondo, finale molto prolungato.

 

▼▼▼ Recommended DECANTER, Aprile 2007

 

🍷🍷 GAMBERO ROSSO
Esordio con il botto per l’azienda di proprietà di Paolo Baratta che conta su 25 ettari vitati. Il Monteti ’04, blend di cabernet sauvignon, petit verdot, cabernet franc con piccole aggiunte di alicante e merlot, è giunto in finale, dimostrandosi un vino complesso e intrigante.
92/100 Classificato con tre stelle tra “I Grandi esordi dell’anno” GUIDA VERONELLI 2007

Caburnio e TM Rosé